altre materiediritto penale

Ci stanno arrivando molte richieste di chiarimenti rispetto all’autocertificazione da rilasciare per giustificare il caso di spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessita’ ovvero per motivi di salute o per rientrare presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Stanno infatti circolando voci insistenti che avviserebbero le persone del fatto che, qualora non trovati in possesso del citato modulo di autocertificazione, verrebbero sanzionati con un ammenda ai sensi dell’art 650 c. p. per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.

Nulla di vero!

Non è obbligatorio spostarsi con il modulo in tasca. Se si ha, bene, altrimenti non esiste alcun problema: l’autocertificazione si può rilasciare sui moduli di cui i gli agenti sono sicuramente dotati.

Non c’è nessun motivo per allarmarsi!

La contestazione per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità di cui all’art. 650 c.p. può essere legittimamente sollevata soltanto se lo spostamento non è motivato come sopra.

Attenzione, quindi. E se avete dei dubbi chiedete un parere agli esperti.

2 Comments

  1. Io e il mio compagno da 10 anni abitiamo in due case diverse in due comuni diversi. ..Per vari motivi e situazioni famigliari passiamo solo il week end insieme…Adesso in questa situazione come facciamo?
    Ci possiamo vedere?se ci fermano ci becchiamo la denuncia o la sanzione?

    • Purtroppo la vostra situazione di vita non trova alcuna tutela e/o eccezione rispetto alle misure di contenimento Covid-19.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment