altre materiediritto del lavoroPrivacy e Protezione dei dati

La collaboratrice domestica che lavora in nero, spesso ha la difficoltà di riuscire a provare in giudizio il contratto di lavoro.

Come fare in questi casi?

È possibile installare a casa del datore di lavoro registratori e telecamere?

Secondo la giurisprudenza assolutamente sì.

Non sempre, ma solo a determinate condizioni.

La collaboratrice domestica deve essere fisicamente presente, mentre la telecamera è accesa; inoltre, nell’occhio del dispositivo, non devono finire scene di vita privata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment