altre materiediritto civile

Avete presente quando dovete recuperare il credito di una fattura e, per richiedere un decreto ingiuntivo, il Vostro avvocato Vi chiede tutta una serie di documeni?

Ricordate quali documenti bisogna depositare in Tribunale? Si tratta dell’estratto autentico dei registri Iva o, ove non esistenti, delle scritture contabili di cui agli articoli 2214 e seg. c.c..

Tempo e denaro ulteriore da tenere in considerazione per ottenere il pagamento del dovuto, perché per avere l’autentica bisogna recarsi dal notaio e, giustamente, anticipargli la parcella.

Tutto questo, grazie alla fattura elettronica, potrebbe essere solo più un ricordo.

Sono, infatti, sempre di più i Tribunali disposti a considerare prova scritta,  ai fini della concessione di un decreto ingiuntivo, la produzione della mera fattura elettronica, senza dover depositare i registri, purché, allegata in formato XML e sottoposta ai controlli del Sistema di interscambio.

Un bel vantaggio, in termini economici, di celerità e di maggiori probabilità di ottenere il risultato.

Chiedete maggiori informazioni al Vostro legale di fiducia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment