diritto penale

Per sedurre bisogna fingersi prede.

A quante ragazzine è stata così insegnata l’arte della seduzione?

Nella seduzione è l’uomo a doversi muovere. La donna non deve allontanarsi improvvisamente, per non disorientarlo, nè mettersi a rincorrerlo mostrando attenzioni troppo insistenti, per non farlo sentire braccato. La donna non deve fare altro che spingerlo ad avvicinarlo, giocando il ruolo della preda, valorizzando così il ruolo di cacciatore dell’uomo.

Questo copione può tuttavia rivelarsi molto pericoloso.

Il confine è sottilissimo.

Potrebbe capitare, infatti, di fraintendere (o far finta di fraintendere), cosicché anche una condotta generalmente considerata lecita, può trasformarsi in qualcosa di molto insidioso e intimo, a seconda del contesto.

E allora, per fare solo alcuni esempi: sedurre potrebbe diventare insidiare; il corteggiamento e le avances ossessivi potrebbero trasformarsi in molestie o stalking.

Tutti sanno che le violenze sessuali sono un reato e devono essere denunciate.

Non tutti sanno, invece, che anche fare la mano morta, strusciarsi, dare una pacca sul sedere, palpeggiare e provare a baciare una donna, nonostante il suo dissenso, è violenza sessuale.

Quasi nessuno sa che, anche in mancanza di espresso dissenso della donna, è possibile essere condannati per violenza sessuale. Ciò, accade quando manca il consenso esplicito.

La Cassazione penale (n. 49597 del 2016) ha infatti chiarito che “è sufficiente che l’agente abbia la consapevolezza del fatto che non sia stato chiaramente manifestato il consenso da parte del soggetto passivo del reato al compimento degli atti sessuali a suo carico, essendo irrilevante, pertanto, l’errore sull’esistenza o meno della espressione del dissenso anche ove questo non sia stato esplicitato, potendo, semmai, fondarsi il dubbio sulla ricorrenza di un valido elemento soggettivo, solamente nel caso in cui l’errore si fondi sul contenuto espressivo, in ipotesi equivoco, di precise e positive manifestazioni di volontà promananti dalla parte offesa”.

Attenzione, pertanto, alle modalità di corteggiamento e, senza arrivare a farvi firmare un modulo di consenso scritto, cercate almeno di capire se le avances sono apprezzate o meno. In caso contrario, meglio desistere…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment