altre materiediritto penale

Sono in aumento i casi di persone che si rivolgono al nostro studio per denunciare casi di presunte truffe riguardanti il trading online.

La truffa si realizzerebbe attraverso un sito o una piattaforma e persone che si fingono broker, ovvero intermediari finanziari, senza esserlo, al solo scopo di ingannare persone off-line con vecchie tecniche e promesse di guadagni.

Atteso che tutti (nessuno escluso) possiamo essere vittime di truffe, viste le collaudate tecniche, anche di natura psicologica, messe in atto dai truffatori, è importante non abbassare mai la guardia e mettere in atto una serie di regole semplicissime che si possono seguire non per eliminare, ma per limitare il rischio nell’attività di trading online con i broker.

Innanzi tutto, è buona norma controllare la presenza della licenza presso la piattaforma del broker. La CySEC effettua i controlli sui broker in Europa.

In secondo luogo, bisognerebbe investire solo la somma che si sarebbe disposti a perdere. Mai mettere a rischio tutti i propri risparmi. Inoltre, per limitare il rischio, è fondamentale evitare di investire più del 5% del proprio capitale totale in una sola operazione finanziaria.

Solo per una questione di competenza territoriale, per evitare che un eventuale procedimento penale venga trattato all’estero o lontano dalla propria residenza, meglio evitare le disposizioni di bonifici ed utilizzare della carte pre-pagate.

Infine, è importante denunciare per permettere alle forze dell’ordine di combattere un fenomeno criminoso in crescita.

Piccoli accorgimenti che potrebbero evitarvi un tracollo finanziario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cancella il moduloPost comment